SEI IN > VIVERE PALERMO > CULTURA
articolo

Palermo e Bagheria tra storia, architettura e cultura

3' di lettura
471

Parlare di Palermo vuol dire narrare millenni di storia siciliana, ma significa anche raccontare millenni di storia italiana, europea o per meglio dire mediterranea.

Parlare di Palermo vuol dire narrare millenni di storia siciliana, ma significa anche raccontare millenni di storia italiana, europea o per meglio dire mediterranea. Uno scrigno culturale prezioso, un intrecciarsi di storie di Sicani, Cartaginesi, Greci, Siriani, Romani, Bizantini, Vandali d’Africa e Persiani, una città tutta da conoscere e tanti luoghi da visitare.

Ritorna anche quest’anno in tutta sicurezza per sei weekend dal 3 ottobre all’8 novembre il festival “La via dei Tesori“, giunto al suo quattordicesimo anno. Si potranno riscoprire le meraviglie della città di Palermo, i luoghi più misteriosi, i suoi volti inediti e quasi impossibili da scorgere, attraverso visite guidate in oltre cento tesori, passeggiate in città e nella natura. Tante esperienze uniche ed emozionanti, dal volo in Piper dall’aeroporto di Boccadifalco, al giro a cavallo in un maneggio storico.

Un tuffo nel passato, dalla Palermo della “Belle époque”, le ville, i palazzi, alla Palermo arabo-normanna, riconosciuta dall’Unesco patrimonio dell’umanità, alla Palermo della natura tra specie tropicali e alberi secolari, per poi lasciarsi incantare da due grandi maestri del Settecento Serpotta e Borremans attraverso itinerari mirati.

Sarà possibile fare anche un prezioso tour gastronomico da gustare condotto da una guida speciale.

Quest'anno anche Bagheria apre le porte al festival "Le Vie dei Tesori" per tre weekend, sabato e domenica, dal 12 al 27 settembre.

Visitare Bagheria vuol dire scoprire le sue ville e le storie delle più antiche famiglie nobili, dagli Alliata ai Valguarnera, dai Branciforti ai Gravina, ai principi di Cattolica. Bagheria, la bella cittadina nobile e intellettuale, dei salotti culturali dov’è cresciuto Guttuso e del cinema di Tornatore.

Dieci siti da scoprire: la bottega Ducato, la chiesa di Maria Santissima Addolorata di Aspra, il museo dell’acciuga, il museo del giocatolo, l’Oasi Blu, Villa Butera, Villa Cattolica sede del museo di Guttuso, Palazzo Villarosa, Villa Ramacca, e il giardino di Villa San Cataldo.

Due esperienze a pelo d’acqua:

- Escursione in barca a vela, partendo da Porticello per navigare lungo la costa del Golfo di Santa Flavia, alla scoperta del Castello di Solanto visto dal mare, la cappella di Maria Santissima del Lume, per poi passare dallo scoglio della Formica, proseguendo verso le grotte del Kafara, e poi vistare il borgo di Sant’Elia e la Baia di Santa Nicolicchia.

- Partecipazione al battesimo del mare, esplorando con un istruttore i fondali del golfo di Porticello e ammirando ricciole, saraghi ed anche delfini.

La manifestazione si svolge in assoluta sicurezza nel rispetto delle disposizioni per la prevenzione del Covid.19, con ingressi contingentati e preferibilmente su prenotazione, le visite si faranno in modalità audio registrata, ascoltabile dal proprio cellulare.

Per la prenotazione delle visite, che non è obbligatoria ma consigliata, e per l’acquisto dei coupon e ticket, basta accedere alla relativa pagina del sito inserendo i propri dati.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB


Questo è un articolo pubblicato il 14-09-2020 alle 09:13 sul giornale del 15 settembre 2020 - 471 letture