Simulavano il furto di auto di lusso per truffare le assicurazioni: 16 indagati

2' di lettura 15/02/2021 - Scoperta dai carabinieri della Compagnia di Misilmeri una maxi truffa ai danni delle assicurazioni: sedici le persone indagate, tre sono state arrestate e poste ai domiciliari.

Lunedì mattina i militari hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare emessa dal gip di Palermo nei confronti di 16 persone: tre sono finite agli arresti domiciliari, per gli altri è stato disposto l'obbligo di dimora o di presentazione alla polizia giudiziaria. Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata a furto, riciclaggio e truffa. Tra loro anche un carabiniere e un poliziotto.

L'inchiesta è stata condotta dai carabinieri della Compagnia di Misilmeri, con la collaborazione della squadra mobile di Palermo e coordinata da un pool di magistrati palermitani sotto la direzione del procuratore aggiunto Ennio Petrigni.

Le indagini hanno svelato un collaudato sistema criminale attivo dal 2017 che si occupava del riciclaggio di auto che venivano rubate nel Napoletano e successivamente rinvenute a Palermo. Secondo quanto ricostruito, gli indagati acquistavano auto di lusso, per lo più Ferrari, Porsche, Range Rover e Audi, le intestavano a dei prestanomi e le assicuravano, anche con l'utilizzo del sistema satellitare per sviare i sospetti delle compagnie assicurative. Poi ne simulavano il furto, che veniva regolarmente denunciato alle forze dell'ordine e alle assicurazioni per ottenere il risarcimento.

In un secondo momento, ottenuto il risarcimento, le auto venivano "magicamente" ritrovate. Gli indagati le immatricolavano con targhe e documenti di circolazione nuovi e le rivendevano a Palermo grazie alla collaborazione di concessionarie compiacenti.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB





Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2021 alle 12:49 sul giornale del 16 febbraio 2021 - 123 letture

In questo articolo si parla di cronaca, truffa, riciclaggio, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bN9u





logoEV