Mafia, Palermo ricorda l'omicidio del maresciallo Ievolella

1' di lettura 10/09/2021 - Il vicesindaco, Fabio Giambrone, ha partecipato stamani, in rappresentanza dell'Amministrazione comunale, alle iniziative per commemorare il Maresciallo Maggiore dei Carabinieri Vito Ievolella, medaglia d'oro al valor civile alla memoria, ucciso per mano mafiosa esattamente quarant'anni fa, il 10 settembre del 1981.

Le cerimonie si sono svolte in piazza Principe di Camporeale, luogo dell'agguato e presso la caserma Carini, dove è stata intitolata una sala al maresciallo Ievolella. «L'Amministrazione è qui, come ogni anno – ha dichiarato Giambrone - per rendere omaggio al maresciallo Ievolella e per esprimere al contempo, nel ricordo di questo coraggioso uomo delle Istituzioni, l'apprezzamento sincero per il lavoro che, ogni giorno, donne e uomini dei Carabinieri svolgono per la tutela e la sicurezza di tutti noi e della nostra società».

«Ricordare il sacrificio di Vito Ievolella – ha affermato il sindaco, Leoluca Orlando - è un atto di riconoscenza e di rispetto nei confronti della famiglia e dell'Arma dei Carabinieri. La vicenda umana di Ievolella evoca anni bui della nostra storia, quando pezzi fondamentali dello Stato erano distratti, se non collusi, e la lotta al potere criminale-mafioso non era prioritaria. Ievolella, invece, con coraggio e impegno, isolato da uno Stato che avrebbe dovuto proteggerlo, ha saputo fare luce sugli affari illeciti di Cosa Nostra. Onorarne la memoria è un dovere civico».








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-09-2021 alle 17:53 sul giornale del 11 settembre 2021 - 111 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa, Comune di Palermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ciDP





logoEV