E' uscito "Message", il disco d'esordio del Max Ferri Trio per l'etichetta Ultra Sound Records

3' di lettura 20/03/2022 - Un mix esplosivo di jazz, rock e funk, mitigato a volte da un lirismo leggero presente nelle composizioni più intimiste. Si presenta così Message, disco d’esordio del chitarrista Max Ferri in uscita il 18 marzo 2022 per l’etichetta Ultra Sound Records.

Un progetto a cui hanno preso parte William Nicastro al basso, Giorgio di Tullio alla batteria con la partecipazione speciale di Marco Scipione al sax, Nicolò Fragile alla tastiera e Tullio Ricci al sax tenore. Il repertorio è composto principalmente da brani originali carichi di groove, dove non manca una particolare attenzione all’interplay e alla coesione fra gli strumenti. In questo modo l’energia e la potenza del rock, con ritmiche spesso incalzanti e decise, si sposano alla perfezione con l’armonia jazz. Non a caso l’intento di questo lavoro è quello di recuperare l’energia e le sonorità del rock tipico degli anni ’70, innestandole nel cuore del jazz attraverso l’uso di strutture e armonie ad esso congeniali. In questa miscela esplosiva affiorano echi di funk, free psichedelico e momenti di delicato lirismo, terreno ideale per le intense improvvisazioni dei protagonisti di questo lavoro.

E non mancano anche rivisitazioni di standard jazz scritti da alcuni dei più grandi musicisti d’oltreoceano. Il disco si apre con Crispy Funky, brano dal groove deciso, con un riff accattivante all’inizio, che in seguito si sviluppa con una struttura più complessa. Message invece è senza dubbio la composizione che sintetizza al meglio le caratteristiche del trio perché, pur essendo basata su un ritmo funky, in essa si sente una forte contaminazione con il jazz grazie ad una buona dose di interplay. Anche in Freud il funk è il fulcro del brano ma questa volta con un tema spigoloso di monkiana memoria. Dance of the Spirit, pur mantenendo le caratteristiche della band, strizza l’occhio alla musica prog, diversificandosi dagli altri par una struttura non lineare: il tema iniziale si sviluppa in un crescendo che andando avanti sposa le sonorità del rock. Mind Trip è il brano più evocativo e più complesso dal punto di vista strutturale che spazia tra il free jazz, la musica psichedelica con l’utilizzo anche di tempi dispari.

Kha tn è una breve composizione free che rappresenta un gioco infantile in cui gli strumenti dialogano attraverso un istinto quasi primordiale. Oltre ai brani originali sono presenti alcune interessanti rivisitazioni come quella di Third Stone from the Sun, di Jimy Henderix di cui vengono messe in risalto le caratteristiche jazz rock. A questa aggiungiamo anche Inner Urge, celebre standard di Joe Anderson e Yes or No di Wayne Shorter, brani che il trio riesce a marchiare con la propria identità.

Spotify https://open.spotify.com/album/2Ea10vGDHx2FVXnfmE1qub?si=ea2f7fd023b84e87

Sitoweb http://www.maxferri.com/wp/

Tracklist
Crispy Funky Third Stone from the Sun Message Mind Trip Kha-Tn Inner Urge Freud Dance of the Spirits Yes or No

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di ViverePalermo
Per iscriversi gratuitamente al canale Telegram clicca qui o cerca @viverepalermo
Seguici anche sui nostri canali social, Facebook e Twitter:
Facebookfacebook.com/viverepalermo.eu
Twittertwitter.com/Viv_Palermo







Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2022 alle 09:12 sul giornale del 21 marzo 2022 - 190 letture

In questo articolo si parla di musica, jazz, spettacoli, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cTrb

Leggi gli altri articoli della rubrica JazzInsieme





logoEV