Comunali, vittoria al primo turno per Lagalla

2' di lettura 13/06/2022 - Roberto Lagalla sarà il prossimo sindaco di Palermo

Seggi chiusi dopo una giornata di caos e polemiche per i tanti presidenti di seggio che hanno dato forfait. Secondo le proiezioni e i primi risultati che arrivano dalle sezioni scrutinate il candidato del centrodestra Roberto Lagalla viaggia verso la vittoria al primo turno con quasi il 50% dei consensi. Con questi numeri, in base alla legge elettorale regionale che assegna subito la vittoria a chi supera il 40% delle preferenze, l’ex assessore regionale sarebbe il nuovo sindaco di Palermo. Molto staccati Franco Miceli, sostenuto da centrosinistra e M5S, e Fabrizio Ferrandelli (Più Europa-Azione).

Il vero vincitore di questa tornata elettorale però è il partito del non voto: il nuovo sindaco di Palermo sarà infatti eletto da appena il 41,85% degli aventi diritto. Cinque anni fa l'affluenza era stata del 52,60%.

Lagalla parla già da nuovo primo cittadino: "Ringrazio gli elettori che hanno sostenuto le liste del centrodestra assegnandomi il ruolo di sindaco per il quinquennio a Palermo. Dal momento dell'insediamento cominceremo con i partiti e con tutto il consiglio comunale a lavorare per la città, che ha tante difficoltà e tanti problemi, a partire dal bilancio. Su questo aspetto sarà necessaria una immediata interlocuzione con il governo nazionale, sapendo di potere contare anche sul sostengo e la vicinanza dell'esecutivo regionale".

"Premetto che quello che è accaduto ieri ai seggi è ingiustificabile, ma per me la campagna elettorale è finita ieri alle 23. Il risultato elettorale è inequivocabile. E lo voglio dire chiaramente, senza polemiche: Roberto Lagalla è legittimamente il nuovo sindaco di Palermo. L'ho sentito, mi sono congratulato e gli ho ribadito che, pur nei ruoli che istituzionalmente siamo chiamati a coprire, lui da sindaco e io da oppositore, dobbiamo lavorare nell''interesse della città". Così Fabrizio Ferrandelli.

Queste le parole del candidato sindaco del centrosinistra, Franco Miceli: "Credo siano le elezioni più contrastate e controverse nella storia di Palermo. Abbiamo avuto elementi che ci dicono che bisognerebbe cambiare il sistema elettorale: ritengo la vittoria al primo turno al 40% un elemento non rispettoso della democrazia e al limite della Costituzione. Il prossimo sindaco di Palermo sarà il meno votato della città, l'astensionismo vince e questo è un grave danno per la democrazia".

"Oggi con Roberto Lagalla vince non soltanto il centrodestra unito, ma anche il governo Musumeci. Parliamo di un assessore che fin dall'inizio ho chiamato a far parte della mia squadra e che si è distinto per il suo impegno. Roberto ha raccolto quello che ha seminato". A dirlo il governatore siciliano Nello Musumeci.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di ViverePalermo
Per iscriversi gratuitamente al canale Telegram clicca qui o cerca @viverepalermo
Seguici anche sui nostri canali social, Facebook e Twitter:
Facebookfacebook.com/viverepalermo.eu
Twittertwitter.com/Viv_Palermo





Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2022 alle 20:42 sul giornale del 14 giugno 2022 - 133 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, elezioni amministrative, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/daTY





logoEV