SEI IN > VIVERE PALERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Barca confiscata assegnata alla Lega navale, Schifani: "Una giornata di riscatto per la società"

2' di lettura
24

"Oggi è una bella giornata di riscatto della società civile nei confronti della criminalità organizzata".

"Non potevo e non dovevo mancare a un'iniziativa di altissimo valore sociale e simbolico come questa, per più di un motivo. Oggi, infatti, c'è una sorta di risarcimento danni per le azioni criminali subite dalla nostra regione: un bene sottratto alla mafia viene inserito nel contesto sociale e soprattutto a favore dei disabili". Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani, intervenendo presso la sede della Lega navale italiana alla Cala a Palermo alla presentazione della nuova imbarcazione "Our dream: quando il sogno diventa realtà".

All'iniziativa erano presenti tra gli altri anche il prefetto di Palermo Maria Teresa Cucinotta e il presidente della Lega navale di Palermo, Giuseppe Tisci. La barca a vela è stata confiscata alla criminalità organizzata dalla Guardia di finanza nell'ambito di un'operazione tesa al contrasto internazionale di stupefacenti e affidata alla Lega navale per i propri fini istituzionali. L'imbarcazione già sottoposta ai primi lavori urgenti di manutenzione straordinaria, nei prossimi mesi, dopo un importante restyling per abbattere le barriere architettoniche, sarà totalmente accessibile a tutti, anche alle persone diversabili, assicurando così una navigazione a vela in sicurezza.

"Il mio governo - ha aggiunto Schifani - non farà mai mancare il proprio concreto sostegno a iniziative sociali come queste. E per questo motivo la Regione interverrà da subito per finanziare l'acquisto della pedana automatizzata per consentire ai disabili di poter scendere sottocoperta in perfetta autonomia. Ma non solo, vogliamo favorire anche i momenti di aggregazione e inclusione sociale dei nostri giovani attraverso lo sport. E lo faremo con apposite norme inserite nella legge di stabilità regionale che da domani inizierà il suo iter in Aula all'Ars, ovvero attingendo a capitoli di spesa già esistenti e attinenti a iniziative altamente sociali".



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2023 alle 14:31 sul giornale del 30 gennaio 2023 - 24 letture






qrcode