SEI IN > VIVERE PALERMO > SPETTACOLI
comunicato stampa

Torna Piano City Palermo, tre giorni di concerti gratuiti dall’alba al tramonto

6' di lettura
44

Tre giorni di concerti dall’alba al tramonto, gratuiti e aperti alla partecipazione di tutta la città. Ritorna dal 13 al 15 ottobre Piano City Palermo, il festival che fa risuonare la città sulle note del pianoforte.

“Con la sesta edizione di Piano City Palermo si rinnova un appuntamento che è ormai diventato una tradizione per la Città. Una serie di concerti che coniugano la cultura e la musica con alcuni splendidi scenari naturali e storici di Palermo. Una ricetta che anche quest’anno, sono sicuro, ospiterà tantissimi appassionati e curiosi”. Ha dichiarato il Sindaco di Palermo, Roberto Lagalla.

Con la direzione artistica di Ricciarda Belgiojoso e del Sovrintendente Marco Betta, il festival è un progetto del Comune di Palermo, Assessorato Cultura, della Fondazione Teatro Massimo, organizzato da hdemia e realizzato con il sostegno di Hermès, in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Alessandro Scarlatti” di Palermo, con il patrocinio della Regione Siciliana -Assessorato dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, dell’Università degli Studi di Palermo e dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale e firma quest’anno la sua sesta edizione, con un programma variegato che animerà luoghi noti e meno noti della città.

“La sesta edizione di Piano City, la seconda che vivo nella mia qualità di assessore alla Cultura, anche quest’anno offrirà ai Palermitani ed ai tanti visitatori che ancora affollano la nostra città, un programma che coniuga performance di grande qualità artistica con ambientazioni tra le più suggestive che Palermo possa offrire”. Ha dichiarato Giampiero Cannella, Assessore alla Cultura della Città di Palermo. “Le albe, i tramonti e le serate, con le sfumature di luce che le caratterizzano, renderanno ancora più magici gli spazi di una città che dal centro alla periferia sarà palcoscenico naturale di una rassegna musicale pensata come momento comunitario nel quale fare scorrere l’armonia della musica dentro ciascuno di noi. Momento nel quale riscoprire insieme luoghi ed emozioni che solo la nostra città sa donare”.

“Parte anche quest’anno dalla scalinata-gradinata del Teatro Massimo il viaggio di Piano City che porterà il pianoforte e la musica nei luoghi più belli e inaspettati della città”. Ha detto il Sovrintendente della Fondazione Teatro Massimo, Marco Betta. “Siamo felici di collaborare ancora una volta con una manifestazione speciale che celebra il mistero e la profondità della musica restituendo un insieme di emozioni che diventano elemento vivo e coinvolgente della vita di una comunità”.

“Ogni anno Piano City Palermo si rinnova e racconta la città secondo varie prospettive. Quest’anno il programma è costellato di giovani talenti e la musica spazia dal tempo dei Florio a prime esecuzioni assolute. Dalla monumentale scalinata del Teatro Massimo a Danisinni, da Palazzo Mazzarino a Villa Garibaldi e tanti altri luoghi, siete tutti invitati a riscoprire Palermo a suon di pianoforte”. Ha dichiarato Ricciarda Belgiojoso, direzione artistica.

Il concerto inaugurale di Piano City Palermo 2023 sarà venerdì 13 ottobre alle 21.00 sulla scalinata del Teatro Massimo con un programma in Prima assoluta del duo composto da Antonino Siringo, pianista noto nell'ambito della musica contemporanea e dell’improvvisazione, e Tovel, nome d’arte con cui il compositore Matteo Franceschini (già Leone d'argento per la musica alla Biennale di Venezia) rilancia la figura dell’autore-interprete con l’elettronica performativa.

Due i concerti all’alba, appuntamenti attesissimi che Piano City Palermo 2023 presenterà sabato 14 alle 06.30 al Molo di Sant’Erasmo, tra i luoghi che il festival ha toccato fin dalle sue prime edizioni puntando i riflettori sul rapporto della città con il mare, con “Here Comes the Rock. Beatles e Police all’alba”, e domenica 15 alle 6.30 ai Giardini della Cattedrale con musiche da Fanny Mendelssohn a Nino Rota con Alessio Masi, Premio “Hermès per i talenti 2022”.

Il viaggio tra gli stili e i generi musicali si dispiegherà abbracciando la città, dal Parco Jung sabato 14 ottobre ore 10.30 con Ludovica Franco in collaborazione con la Fondazione Falcone; a Piazza Bellini, teatro del concerto di Marco Zappia e Ciro Farro sabato 14 ore 17.00, tra composizioni originali e brani inediti, in collaborazione con il Conservatorio “Alessandro Scarlatti” di Palermo, alla Chiesa di Santa Caterina, sabato 14 ottobre ore 18.30 con Sofia Donato, concerto classico realizzato in collaborazione con la Fondazione Accademia Internazionale di Imola Incontri col Maestro, al cortile della Questura, dove domenica 15 ore 10.30 si esibirà Leonardo Scicolone, tra musica classica, moderna e contemporanea, in collaborazione con il Conservatorio “Alessandro Scarlatti” di Palermo, e ancora ai Cantieri Culturali della Zisa, dove domenica 15 ore 12.00 risuoneranno le note di Giulia Riggi, in collaborazione con il Conservatorio “Antonio Scontrino” di Trapani, e al giardino di Villa Garibaldi, domenica 15 ore 15.00, con Rosamaria Macaluso, Premio “Hermès per i talenti 2019”.

In collaborazione con la Comunità di Danisinni guidata da Fra Mauro Billetta, in piazza Danisinni sabato 14 alle ore 19.00 si esibirà Giuseppe Lana, in collaborazione con il Conservatorio “Alessandro Scarlatti” di Palermo, con musiche che intrecciano sapientemente jazz, world music e musica colta. A seguire, sabato alle ore 20.30, in occasione della nuova mostra di William Kentridge a Palazzo Branciforte, ci sarà una proiezione dei film storici dell’artista con musica dal vivo al pianoforte con il suo pianista di fiducia Vincenzo Pasquariello.

Domenica, dalle 17.00 alle 19.00, il Teatro Massimo apre il suo Foyer alla città per un recital pianistico composito con i grandi della musica, da Bach a Mozart a Liszt a Debussy e altri ancora, con i pianisti della Massimo Youth Orchestra, Enrico Gargano, Riccardo Di Giovanni e Vittoria D’Agostaro, e della Massimo Kids Orchestra, Claire Monteleone, e Salvatore Maira.

Piano City Palermo 2023 chiuderà la sua sesta edizione domenica 15 al tramonto, con Andrea Rebaudengo, tra i maggiori interpreti della musica del nostro tempo, con il monumento musicale di Frederic Rzewski “El pueblo unido jamás será vencido”.

Anteprime

Una speciale anteprima del festival si terrà giovedì 12 ottobre alle 20.30 a Palazzo Mazzarino con una serata che celebra i 150 anni di Donna Franca Florio e un programma dedicato alle canzoni siciliane e “romanze da salotto” che faranno rivivere l’atmosfera dei salotti palermitani al tempo dei Florio.

Per la prima volta, grazie alla Fondazione Teatro Massimo, Piano City Palermo entra nelle scuole, con l’anteprima di venerdì 13 ore 10.30 al Liceo Classico Statale “Vittorio Emanuale II” riservata agli alunni, con una maratona musicale in cui si alterneranno i giovani talenti della Massimo Kids Orchestra, della Massimo Youth Orchestra insieme agli studenti del Liceo.

Guest concert

Piano City Palermo 2023 suonerà per la città e la città suonerà con Piano City Palermo, partecipando con i presidi culturali e le associazioni vive e attive sul territorio, da quelle storiche come l’associazione "Parco del sole" all’Albergheria e il Nautoscopio con un concerto in spiaggia, sabato 14 dalle 12 alle 13 con Andrea Di Cara a quelle di più recente costituzione come Radici, Piccolo Museo della natura e EPYC, European Palermo Youth Center, che per l’occasione apriranno le loro porte alla musica.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di ViverePalermo
Per iscriversi gratuitamente al canale Telegram clicca qui o cerca @viverepalermo
Seguici anche sui nostri canali social, Facebook e Twitter:
Facebookfacebook.com/viverepalermo.eu
Twittertwitter.com/Viv_Palermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2023 alle 16:43 sul giornale del 11 ottobre 2023 - 44 letture






qrcode