SEI IN > VIVERE PALERMO > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Case vacanza allagate a Mondello, Comune dovrà risarcire 35 mila euro

2' di lettura
40

PALERMO (ITALPRESS) – Il Comune di Palermo condannato a pagare oltre 35 mila euro come risarcimento danni per il proprietario di due villette di Mondello, adibite a casa vacanze, rimaste allagate ad agosto del 2018.

Lo ha stabilito il giudice Francesca Taormina della terza sezione del tribunale di Palermo. La vicenda risale ad agosto del 2018, quando il proprietario delle due villette, ha subito gravi danni nelle sue strutture turistiche. Le abbondanti piogge del 21 e 23 agosto 2018, non smaltite dalla fognatura, hanno prima allagato le strade e poi hanno inondato i due appartamenti. In entrambe le occasioni, i liquami hanno invaso gli immobili ed hanno raggiunto un’altezza di 20 centimetri circa rispetto alla pavimentazione. La vicenda ha causato danni alle ville, ai giardini circostanti e ai mobili, oltre che perdite economiche per non aver potuto più affittare le case vacanze in un periodo di alta stagione. Ma c’è anche un danno subito dal proprietario, visto che gli ospiti delle strutture sono stati costretti ad abbandonare gli immobili.

L’uomo, assistito dallo studio Palmigiano e Associati, con gli avvocati Alessandro Palmigiano e Mattia Vitale, ha fatto ricorso al presidente del tribunale di Palermo. Poco meno di un anno dopo, il tribunale ha nominato un consulente tecnico d’ufficio per accertare i danni. Dalla perizia è emersa “l’insufficiente capacità di smaltimento delle acque per tramite della rete di canalizzazione delle acque del Comune, circostanza, questa, che ha causato i danni riportati alle due villette dell’odierno attore, nonchè gli ulteriori danni imputabili alla mancata locazione delle stesse”.

Nel 2022 è quindi iniziata una causa per il risarcimento dei danni, sempre con l’assistenza dello studio Palmigiano, con una richiesta di oltre 35 mila euro. Infatti, oltre ai danneggiamenti all’immobile, il ricorrente ha chiesto anche di aver pagati i danni per la mancata locazione e la perdita di chance, non potendo più locare gli immobili per il periodo estivo, come sua abitudine. Il giudice, accogliendo la tesi di Palmigiano e Associati, si è espresso condannando il Comune al risarcimento.

“L’inerzia della pubblica amministrazione, che, anche dopo alcune sentenze, continua da tanti anni a non porre rimedio a una situazione per le quali ha uno specifico obbligo di vigilanza, non può gravare sui cittadini – ha commentato Alessandro Palmigiano, managing partner dello studio legale -. Auspico che il caso serva per una programmazione delle opere fognarie necessarie affinchè vicende simili non si verifichino ancora, con costi altissimi per tutti noi cittadini”. – Foto: Studio Palmigiano –

(ITALPRESS).



Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 19-03-2024 alle 12:14 sul giornale del 19 marzo 2024 - 40 letture






qrcode